La massima del liberismo:”vivere pericolosamente”

il

DI DIEGO FUSARO

facebook.com

Come la crisi, anche il terrore che sta insanguinando l’Europa si pone come metodo di governo: serve a instaurare un clima di paura generalizzata, cosicché i popoli accettino, in nome della sicurezza, ciò che il potere vuole che essi accettino. E così, in nome della sicurezza e della lotta al terrore, ci restringono la libertà e ci tolgono diritti. Fanno passare per plausibile l’inimmaginabile. E fanno sì che accettiamo supinamente ciò che, in condizioni normali, mai accetteremmo.

 

Addirittura prospettano la reintroduzione della tortura! Il “Patriot Act” successivo all’11 settembre 2001 non ci ha insegnato nulla? Per ora si limitano a espellere e a sanzionare non meglio precisati personaggi del mondo islamico (imam? profughi?) colpevoli di “apologia del terrorismo”: non è difficile immaginare che, presto o tardi, un trattamento simile sarà riservato a tutti coloro i quali non aderiscano alla narrazione ufficiale, all’ordine simbolico dominante, alla visione egemonica.

Ce l’ha insegnato Michel Foucault nelle sue lezioni sulla “Nascita della biopolitica”: il segreto della governamentalità liberale si condensa nella formula “vivere pericolosamente”. Con le parole di Foucault, “la devise du libéralisme, c’est ‘vivre dangereusement”.Il potere neoliberista vive di instabilità e insicurezza, di paura e di mancanza di punti fermi: la crisi e il terrore sono elementi coessenziali al suo ordinamento, al suo ordine disordinato, alla sua anarchia efficiente.

Precarizzando le esistenze e dissolvendo la stabilità in ogni sua determinazione, l’ordine neoliberista esercita al meglio il suo potere apparentemente lasco e permissivo, in verità onnipervasivo e disciplinare.

Svegliamoci, prima che sia troppo tardi.

 

Diego Fusaro

Fonte: http://www.facebook.com

Link: https://www.facebook.com/fusaro.diego/posts/10210591052158459?pnref=story

16.08.2016
Commenti:

“Fusaro crede quindi che il terrorismo sia l’arma inventata dai neoliberisti per imporre le loro condizioni di sudditanza al popolo?”

E’ certamente un’arma, inventata da CIA & C. per imporre le geopolitiche occidentali a molti popoli smembrati e oppressi, e di ritorno anche agli stessi popoli occidentali, come extrema ratio per imporre la “logica” TINA, indispensabile a salvare l’insalvabile, un sistema strabollito (2001, 2008, 2016).
Il terrore come metodo di governo non è necessario per imporre alle masse le condizioni del liberismo. La prova? Le masse avevano già accettato, senza neanche una protesta, la globalizzazione e l’immigrazione di massa anche prima che venisse fuori il terrorismo. Il terrorismo, al contrario, provoca il nascere del vero e unico nemico del liberismo (neo o no) : la destra, quella vera. Quella delle frontiere, dei dazi e della finanza come sostegno dell’economia.

Il terrore come metodo di governo è necessario per imporre alle masse le condizioni del liberismo. La prova? Le masse italiane avevano già accettato il “compromesso storico”, ma l’assassinio di Moro e lo stragismo di Stato lo impedirono, aprendo la strada al ciampismo che ha finito per ridurci sul lastrico.

Se non lo sappiamo noi italiani come funziona il “liberismo USA”, chi altri lo dovrebbe sapere?

“Fanno passare per plausibile l’inimmaginabile.2
Qusta frase credo sia sta coniata da Paolo Barnard. Almeno citalo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...