Olimpiadi 2016: bambini uccisi per “ripulire” le città in vista dei Giochi

L’Onu accusa la polizia brasiliana di uccidere minori nelle metropoli dove si tengono le Olimpiadi

Gravissima accusa del Comitato Onu per i diritti dell’Infanzia contro le autorità del #brasile; per le Nazioni Unite, la polizia brasiliana starebbe facendo scomparire minori per “ripulire” le città che ospitano i Giochi Olimpici 2016. Secondo il rapporto di Ginevra, la polizia sarebbe coinvolta nelle esecuzioni sommarie di bambini e adolescenti, e, spesso, i responsabili rimarrebbero impuniti.

La relazione dell’Onu

Per le Nazioni Unite, in Brasile, esiste una violenza generalizzata, soprattutto nei confronti dei #bambini di strada e delle favelas. La polizia avrebbe ripulito le strade e i quartieri di diverse città, dove si tengono i giochi, maggiormente Rio de Janeiro, per mostrare al mondo un Paese senza problemi, nascondendo la triste realtà dei minori soli e poveri che vivono ai margini delle città sopravvivendo con le elemosina o con piccoli espedienti, spesso oggetto e vittime di traffici della criminalità organizzata. I rappresentanti Onu denunciano che le stragi di bambini in Brasile si sono verificate anche in occasione dei Mondiali dei 2014; sembra ormai essere diventata una pratica diffusa nel Paese, utilizzata per migliorare l’aspetto delle città durante le manifestazioni internazionali. Il comitato ha fatto pressione sul governo brasiliano affinché introduca immediatamente leggi che proibiscano la detenzione arbitraria di bambini che vivono in strada. L’organizzazione accusa inoltre le forze di polizia di essere responsabili della scomparsa di minori, di torture nei commissariati e di omissione di soccorso.

La risposta del Governo

Il dipartimento di Pubblica Sicurezza brasiliano fa sapere che nel Paese il tasso di#violenze su bambini e adolescenti è diminuito negli ultimi anni dell’85%. Il Governo ha fatto realizzare una Mappa della violenza per tenere sotto controllo il fenomeno e da questa risulterebbe che Rio de Janeiro è la seconda città ad aver ridotto il tasso di omicidi di minori. Nella nota si specifica che le unità di polizia pacificatrice sono state protagoniste di innumerevoli progetti sociali e sono sempre alla ricerca di collaborazione con organizzazioni di diritti umani e di assistenza sociale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: