Lui sà qualcosa che tu non sai ?

1soros

DI MICHAEL SNYDER

theeconomiccollapseblog.com

Perché George Soros sta vendendo stock, acquistando oro e facendo “una serie di grandi investimenti tendenti al ribasso?”. Se le cose rimangono relativamente stabili, come sono in questo momento, queste mosse costeranno a George Soros un’enorme quantità di denaro. Ma se una grave crisi finanziaria è imminente, sta per fare guadagni scandalosi.

George Soros sa forse qualcosa di cui il resto di noi non è al corrente? Può essere possibile che abbia trascorso troppo tempo a leggere siti web come “The Economic Collapse Blog”? qui

E noi cosa ce ne facciamo di tutto questo?

 Soros ha recentemente compiuto delle mosse commerciali così grandi e così al ribasso da catturare l’attenzione del Wall Street Journal……



Preoccupato per le prospettive dell’economia globale e temendo che di qui a poco vi possano essere grossi cambiamenti di mercato, il miliardario fondatore di hedge fund e filantropo ha recentemente diretto una serie di grandi investimenti al ribasso, stando a quanto riferiscono persone a lui vicine.

 La Soros Fund Management LLC, che gestisce 30 miliardi di dollari per il signor Soros e la sua famiglia, ha venduto stock e ha comprato oro e azioni di compagnie che si occupano di estrarlo, anticipando la debolezza di vari mercati. Spesso gli investitori considerano l’oro come un bene rifugio durante i periodi di agitazione.



Hmmm – suona come se George Soros e Michael Snyder siano esattamente sulla stessa lunghezza d’onda per quanto riguarda ciò che sta per accadere all’economia globale.

 Sapete che quando cominciano ad accadere queste cose è ormai troppo tardi…

 Una cosa che preoccupa particolarmente Soros e di cui non ho parlato molto è l’imminente voto per il Brexit. Se il Regno Unito lasciasse l’UE (speriamo), le conseguenze a breve termine per l’economia europea potrebbero potenzialmente essere catastrofiche…

Mr. Soros sostiene inoltre che vi siano buone probabilità che l’unione europea crolli sotto  il peso della crisi migratoria, delle continue sfide della Grecia e di una potenziale uscita del Regno Unito dall’UE.

 “Se la Gran Bretagna lasciasse, potrebbe scatenare un esodo generale e la disintegrazione dell’Unione Europea diventerà praticamente inevitabile” ha detto.



La votazione sul Brexit si terrà tra due settimane a partire da oggi, il 23 giugno, e noi staremo a guardare per vedere cosa succede.

 Ma Soros non si preoccupa solo della potenziale Brexit.  Anche il rallentamento economico in Cina lo ha preoccupato, e così ha diretto la sua impresa verso scommesse al ribasso.

 Secondo il Wall Street Journal, l’ultima volta che Soros ha fatto questo tipo di mosse al ribasso è stata nel 2007, e ciò si è tradotto in più di un miliardo di dollari di guadagni per la sua azienda.

Naturalmente Soros, nella sua visione ribassista, non si trova solo. Infatti, Goldman Sachs ha appena avvertito che “ci può essere un significativo rischio al ribasso per il mercato“. Goldman Sachs si sta innervosendo per gli stocks.

 In una nota ai clienti, l’equity strategist Christian Mueller-Glissmann ha delineato i timori dell’azienda riguardo al fatto che ci potrebbe essere un significativo rischio al ribasso per il mercato.

In ultima analisi, George Soros e Goldman Sachs stanno guardando gli stessi dati economici che condivido con i miei lettori su base giornaliera.

 Come ho documentato per mesi, quasi ogni singolo indicatore economico pensabile dice che ci stiamo avviando verso la recessione.

Per esempio, proprio oggi mi è stato inviato un brano di Mike Shedlock che dimostra come le entrate fiscali federali e statali stanno davvero rallentando, proprio come hanno fatto poco prima delle ultime due recessioni…qui

Le entrate fiscali personali ricevute dagli Stati Uniti stanno scendendo velocemente. Così afferma l’indagine fiscale “Evercore ISI State Tax Survey”

. Le ultime due volte che l’Evercore Isi Tax Survey è precipitata in questo modo, gli Stati Uniti erano già in recessione.

Questa volta è diverso?

E le offerte di lavoro online su LinkedIn sono precipitosamente in calo da febbraio, dopo 73 mesi di fila di crescita … qui

 

Tax Receipts - Mish Shedlock

Dopo 73 mesi consecutivi di crescita, anno dopo anno, le offerte di lavoro on line sono in discesa da febbraio. Maggio è stato di gran lunga il mese peggiore dal gennaio 2009, giù di 285.000 da aprile e giù di 552.000 da un anno fa.

 La scorsa settimana, il governo ha emanato i peggiori report sul lavoro in quasi sei anni, e il settore dell’energia continua a perdere lavori ben pagati, da classe media, a un ritmo impressionante. Ciò che segue arriva da…. 

“Ciò può sembrare controintuitivo in un settore che ha rapidamente perso lavoratori, con più di 350.000 persone licenziate dall’industria del petrolio e del gas in tutto il mondo. (oilprice.com)

Il Texas è un posto che sente particolarmente queste sofferenze. Circa 99.000 posti di lavoro diretti e indiretti (circa un terzo dell’intera industria nello stato di Lone Star) sono andati perduti da quando i prezzi, due anni fa, sono crollati. Nel solo mese di aprile a circa 6.300 persone occupate nell’ambito dei servizi di supporto dell’industria del petrolio e del gas sono state consegnate lettere di licenziamento. L’occupazione nel settore petrolifero del Texas è vicina a livelli che non si vedevano dalle conseguenze della crisi finanziaria del 2009. “Con il passare dei mesi, stiamo ancora perdendo grandi fette di posti di lavoro” ha riferito allo Houston Chronicle Karr Ingham, un economista di Amarillo” Houston Chronicle.

A questo punto è così evidente che siamo entrati in una nuova recessione economica che non so come la si possa, eventualmente, negare a lungo.

Purtroppo, la realtà di ciò che sta accadendo non è penetrata nella popolazione.

Proprio come nel 2008, le persone stanno febbrilmente accumulando enormi saldi da carta di credito, anche se ci troviamo sull’orlo di una grave crisi finanziaria …

I contribuenti americani sono pronti a criticare il governo federale per il suo debito nazionale sempre crescente, ma un nuovo studio pubblicato mercoledì rivela come anche i contribuenti siano  gravati di debiti, e finiranno probabilmente il 2016 con un livello record di 1000 miliardi di dollari di saldi in essere.

 Wallethub, un sito che consiglia le carte di credito in base alle esigenze dei consumatori, ha detto che si tratterà della più alta quantità di debito da carta di credito finora registrata, superiore anche a quella degli anni che precedettero e in cui ebbe luogo la Grande Recessione. Il sito ha detto che il record lo si è avuto nel 2008, quando le persone si indebitarono per 984.2 miliardi di dollari con le carte di credito.



Riusciremo mai imparare?

Questo è stato uno dei peggiori momenti per indebitarsi attraverso le carte di credito.

 Purtroppo, il “denaro stupido” continuerà ad agire stupidamente e il “denaro intelligente” (quello di  George Soros) continuerà a mantenere quelle posizioni che gli permetteranno di sfruttare momenti come la crisi che sta già iniziando a svilupparsi.

Non possiamo cambiare ciò che sta accadendo all’economia, ma possiamo avere il controllo sulle scelte che facciamo per noi.

Quindi vi esorto a fare le vostre scelte con saggezza.

 

Michael Snyder è fondatore ed editore di The Economic Collapse Blog. Il nuovo e controverso libro di Michael sulla profezia biblica dal titolo “The Rapture Verdict ” è disponibile in edizione economica e per Kindle su Amazon.com.

Fonte: http://theeconomiccollapseblog.com

Link: http://theeconomiccollapseblog.com/archives/george-soros-is-preparing-for-economic-collapse-does-he-know-something-that-you-dont

9.06.2016

Scelto e tradotto per http://www.comedonchisciotte.org da  DESASTRADO

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...